IDRATAZIONE ESTIVA, IL RUOLO DEL CAFFÈ | Coffeel

IDRATAZIONE ESTIVA, IL RUOLO DEL CAFFÈ

Con il caldo è importante essere attenti alla corretta idratazione.

Un falso mito lega il consumo di caffè alla disidratazione.
In estate l'assunzione pari a 400 mg di selezionata caffeina al giorno (circa 4 tazze di caffè selezionato) rientra in una dieta sana ed equilibrata per chi conduce uno stile di vita attivo.
A fare chiarezza sono gli esperti della Società Italiana di Scienza dell'Alimentazione “SISA”.

Come nasce il falso mito sulla disidratazione con il caffè?
Alcuni studi condotti fra il 1997 e il 2005 hanno evidenziato che la caffeina consumata ad alte dosi (pari o superiori a 500 mg) eserciterebbe un modesto effetto diuretico.
Gli studi sono stati condotti utilizzando caffeina pura, al punto da rendere non confrontabili i dati ottenuti con gli studi che somministrano sui soggetti volontari la bevanda, ovvero il caffè.

Lo studio pubblicato nel 2000 ha mostrato l'assenza, in partecipanti abituati all'assunzione di caffeina (circa 3 mg/kg/die), di effetti negativi sullo stato di idratazione. Ciò ha spinto i ricercatori a pronunciarsi circa l'infondatezza del suggerimento di escludere bevande contenenti caffeina dal fabbisogno quotidiano di liquidi.
Un secondo e più recente studio, ha mostrato con molta chiarezza l'inesistenza del rischio di disidratazione in presenza di normali o modeste assunzioni di caffè da parte di consumatori abituali

Dal proseguo di queste analisi di studi è inoltre emerso un altro aspetto particolarmente importante, del quale negli ultimi anni si sono interessati svariati gruppi di ricerca. Riguarda l'assunzione di caffè da parte degli sportivi , potenzialmente più a rischio di disidratazione nello svolgimento abituale di sforzi fisici comportanti un'intensa sudorazione o in gare di resistenza, spesso in ambienti caldo-umidi.
Anche in questi casi "le conclusioni sono state piuttosto concordi: né la caffeina né il caffè come tale hanno dimostrato di esercitare, durante l'esercizio fisico, un'influenza negativa sull'equilibrio idrico, sul bilancio idroelettrolitico o sulla termoregolazione. In aggiunta a ciò, le esperienze condotte hanno messo in luce, in occasione dell'interruzione dell'assunzione di caffè e tè, evidenti effetti negativi sulle prestazioni".

Esito del Report degli Esperti SISA: in estate, un'assunzione quotidiana moderata di caffeina selezionata - al massimo 4 tazze di caffè di qualità, nell'abitudine di un adulto - può diventare parte integrante di una sana ed equilibrata dieta per coloro che conducono uno stile di vita attivo.

 

VIVI La Tua Summer Quality Coffee Experience!!!

0 commenti

Lascia un commento

I commenti sono moderati prima di essere pubblicati